giovedì 15 maggio 2014

Diritto all’oblio internet #dirittooblio

La corte europea ha stabilito che chiunque può esercitare il proprio diritto all’oblio, richiedere la rimozione dei link discutibili collegati alla propria persona.
Il diritto a essere dimenticati, secondo la Corte, sussiste quando le informazioni presenti sul motore di ricerca sono "inadeguate, irrilevanti o non piu' pertinenti", oppure legate a un episodio di molto tempo prima.
Google, dopo pochi giorni, ha già ricevuto un fiume di richieste per rimuovere dai risultati delle ricerche i contenuti personali indesiderati.
Come soddisfare tali richieste?

Come si diceva una volta bella gatta da pelare!

Inoltre, perché dovrebbe essere solo un problema di Google?
google.it

Nessun commento:

Posta un commento